Premio Arte e Cultura La Bagnaia all'ambasciatore cinese Ding Wei
Marisa Monti Riffeser, presidente di Poligrafici Editoriale, ha consegnato il prestigioso riconoscimento al diplomatico "promotore indiscusso dello scambio interculturale tra cinesi e italiani"

Borgo La Bagnaia, 13 maggio 2011 - Ospitato, durante la settima edizione del convegno 'Crescere tra le righe', il Premio Arte e Cultura La Bagnaia.
L'Associazione Culturale Attilio Monti ha proclamato vincitore l'ambasciatore della Repubblica popolare cinese in Italia, Ding Wei. "Promotore indiscusso dello scambio interculturale tra cinesi e italiani – si legge nella motivazione -, si è da sempre prodigato per rendere i giovani cinesi 'ambasciatori di amicizia' tra i popoli, consapevole del fatto che molti conflitti sono stati causati dalla mancanza di conoscenza reciproca tra le culture.

Poiché ritiene inoltre che il futuro dipenda dai giovani, l'ambasciatore lavora per intensificarne gli scambi, per costruirne uno migliore, più pacifico e armonioso". A consegnare il riconoscimento Marisa Monti Riffeser, presidente di Poligrafici Editoriale e dell’Associazione Culturale Attilio Monti.
"Il nostro gruppo editoriale sta cercando di offrire ai lettori giornali che diano il segno di un'Italia migliore. Ed e' per questo che vengono preparati sempre in modo onesto e leale. Onesta' e lealta' sono, del resto, i valori che ha insegnato a tutti noi il Cavaliere Attilio Monti".

E' quanto ha affermato Marisa Monti Riffeser. Istituito ormai otto anni fa dall'Associazione Attilio Monti, il Premio – si legge nel comunicato - in tutti questi anni "è rimasto fedele al duplice obiettivo di ricordare l'editore, l'imprenditore, ma soprattutto l'uomo che ha saputo coniugare capacità industriali e profonda sensibilità civile e sociale, gettando però sempre uno sguardo alla modernità e alla cultura in tutte le sue sfaccettature".

Il Premio, come nelle precedenti edizioni, si fregia del patrocinio del Senato, della Camera dei deputati, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dei Misteri degli Affari esteri, dello Sviluppo economico e dei Beni e delle Attività culturali, nonché del Dipartimento della Gioventù. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto destinare al vincitore di questa edizione la Medaglia della presidenza della Repubblica.