NAPOLITANO
"La lettura essenziale per il nostro progresso"

Messaggi di saluto da parte del Presidente della Repubblica, deil presidenti di Senato e Camera e del premier Romano Prodi per l'apertura della 5ª edizione di “Crescere tra le righe”.

La Bagnaia, 25 Maggio 2007 - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il presidente del Senato Franco Marini, il presidente della Camera Fausto Bertinotti e il Presidente del Consiglio dei Ministri Romano Prodi hanno voluto inviare i loro messaggi di saluto e di auguri al presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani - Editori, Andrea Ceccherini, e a tutti i partecipanti alla 5ª edizione di “Crescere tra le righe”, che si è aperta questa mattina a Borgo La Bagnaia.

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nell’inviare il proprio saluto e il proprio augurio al convegno, ha evidenziato come “la lettura, quale strumento insostituibile di diffusione del sapere, della circolazione di idee e dell’approfondimento della conoscenza offre un contributo essenziale al progresso sociale, civile ed economico del Paese.

Il Capo dello Stato, inoltre, nel suo messaggio ha ricordato che “l’educazione alla lettura nasce in famiglia e si arricchisce nella scuola. Leggere nelle aule scolastiche aiuta a formare la conoscenza, a comprendere meglio l’attualità, a confrontarsi con idee e opinioni differenti, ad ampliare gli orizzonti culturali di quelle che saranno le nuove classi dirigenti”.

Nell’esprimere il proprio sostegno al progetto nazionale “Il Quotidiano in Classe”, infine, il presidente Napolitano ha messo in evidenza che l’iniziativa dell’Osservatorio Permanente Giovani - Editori “contribuisce a rendere la lettura dei giornali una componente strutturale del percorso didattico e formativo dei nostri ragazzi”.
“È con sentimenti di vivo apprezzamento per l’attività svolta e per il costante impegno - conclude il presidente Napolitano - che rivolgo a Lei, gentile Presidente, a tutti i presenti e soprattutto agli studenti che partecipano alla manifestazione, un cordiale augurio di buon lavoro”.

Il Presidente del Senato Franco Marini, nel proprio messaggio, ha sottolineato che “educare i giovani alla lettura e stimolare il loro interessamento a quanto accade nella nostra società è sicuramente uno degli strumenti fondamentali per la formazione di cittadini liberi e partecipi, che costituiranno la base della società democratica di domani”, mentre il Presidente della Camera dei Deputati, Fausto Bertinotti, ha voluto esprimere il proprio apprezzamento ad una iniziativa, quella dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori, avviata “nello spirito della promozione presso le giovani generazioni di una cittadinanza matura e consapevole, costruita attorno ai valori prioritari della partecipazione democratica e del libero confronto delle idee e delle opinioni”.

Romano Prodi, Presidente del Consiglio dei Ministri, ha ricordato che “non s’insisterà mai abbastanza sulla necessità della lettura come pilastro della propria formazione, intellettuale ed etica”.
“Ben vengano, dunque – prosegue il Presidente Prodi - iniziative che stimolino nei ragazzi, ancora in età scolare e quindi più facilmente raggiungibili, la riflessione su se stessi e sul mondo che abitano, per contrastare il sonno della coscienza che, come sappiamo, genera mostri!
“A tutti – conclude Prodi - il mio sincero incoraggiamento a proseguire per la strada intrapresa, insieme ad un caloroso saluto”.

La ricetta di Riffeser per il futuro "Largo ai giovani nelle redazioni"
IL QUOTIDIANO IN CLASSE: Gli studenti scoprono l'impegno e la politica
JOHN ELKANN "Il lettore deve trovare i contenuti che cerca"

CLAUDIO BAGLIONI "Le righe devono crescere ancora"
NAPOLITANO "La lettura essenziale per il nostro progresso"