La ricetta di Riffeser per il futuro "Largo ai giovani nelle redazioni"

La Bagnaia, 25 maggio 2007 - Il futuro dei quotidiani passa per un’informazione sempre più di qualità, e per una interazione sempre più forte coi nuovi media. E’ quanto emerso dalla tavola rotonda su ‘Il ruolo della carta stampata e i giornali di domani’, all’interno del convegno “Crescere fra le righe”, dopo la ‘lezione di successo’ tenuta da Peter Kahn, editore del Wall Street Journal.

“Serve un ricambio forte nelle redazioni, serve una forte accelerazione verso i giovani” è la proposta di Andrea Riffeser Monti, amministratore delegato di Poligrafici editoriale, a cui appartiene anche Quotidiano.Net. “Bisogna fare in modo che nelle redazioni entri gente giovane: abbiamo sentito stamattina che ci sono migliaia di nuovi giovani giornalisti ogni anno” dice Riffeser, che chiede al governo di farsi carico della questione come pure di affrontare il nodo irrisolto da due anni del contratto della categoria.

Riffeser parla anche un un aspetto chiave per il futuro dei giornali: il loro valore economico: “Un euro è un prezzo sottostimato per i nostri prodotti. Pensiamo con che velocità consumiamo un euro di benzina. In futuro i giornali saranno migliori ma costeranno di più. E questo perché se riduciamo il prezzo riduciamo i servizi, e penalizziamo il prodotto”.

Altro trend dominante, l’integrazione coi nuovi media: Piergaetano Marchetti, presidente RcsMediagroup, parla di “catena alta dell’informazione” con un effetto domino reciproco fra carta, siti di informazione on line, blog, commnity, ecc, mentre Maurizio Costa, amministratore delegato Mondatori sottolinea la necessità di unire agli altri media i valori forti della carta stampata. Dello stesso avviso Giancarlo Cerutti, presidente de ‘Il Sole 24Ore’ secondo cui il giornali cartacei si potranno “difendere meglio se saranno parte di un sistema integrato”, e non in concorrenza con nuovi media.

La ricetta di Riffeser per il futuro "Largo ai giovani nelle redazioni"
IL QUOTIDIANO IN CLASSE: Gli studenti scoprono l'impegno e la politica
JOHN ELKANN "Il lettore deve trovare i contenuti che cerca"

CLAUDIO BAGLIONI "Le righe devono crescere ancora"
NAPOLITANO "La lettura essenziale per il nostro progresso"